Accadde il 1 LUGLIO

1646

Nasce a Lipsia (Germania) Gottfried Wilhelm von Leibniz. Filosofo, logico, matematico e fisico tedesco, ma anche uomo di diritto e diplomatico, fu una delle personalità più colte e poliedriche del Settecento. Giunse in modo indipendente da Isaac Newton alla concezione del calcolo infinitesimale. Pose al centro della sua riflessione il rapporto fra fede e ragione, specie nelle sue opere Saggi di Teodicea (1710) e Principi della natura e della grazia fondati sulla ragione (1714). Appassionato assertore dell’unità del sapere coltivò per tutta la vita il sogno della riduzione della molteplicità della conoscenza umana a un’unità logica, metafisica e pedagogica, centrata intorno agli insegnamenti chiave della teologia cristiana, concependo fin dalla giovinezza l’idea di un’opera, gli Éléments de la philosophie générale et de la théologie naturelle, che non portò a termine.

1855

Muore a Stresa (Novara) Antonio Rosmini Serbati, uno fra i più grandi pensatori dell’Ottocento. Fu attento conoscitore delle scienze del suo tempo, le cui riflessioni e risultati impiega nella sua riflessione filosofica e teologica. Sono oltre un centinaio gli scienziati specialisti dei cui scritti e sperimentazioni Rosmini tiene esplicitamente conto nella sua Teosofia, oltre che ne L'Antropologia in servizio della scienza morale e nella Psicologia. Si rivolse ai contributi dei più qualificati autori nei rispettivi campi, vagliandone con competenza adeguata ipotesi ed esperimenti, attento a non lasciarsi sfuggire gli apporti più aggiornati, discutendoli in prospettiva antimaterialistica, antipositivista e antidarwinista: ma non in modo ingenuamente spiritualista, senza negare cioè la positività delle scienze allorché esse siano “rigorosamente tali”.

1910

Muore a Milano Giovanni Virginio Schiaparelli, astronomo. Fu direttore dell’Osservatorio astronomico di Milano a Brera, di cui potenziò in modo significativo la strumentazione, installando un rifrattore Merz da 50 cm che fu per lunghi anni il più grande telescopio italiano. Noto per i suoi studi sul pianeta Marte, sulla cui superficie ravvisò l’esistenza di configurazioni chiamate “canali”, rivelatesi successivamente conformazioni naturali della orografia marziana. Prese parte, da scienziato credente, al dibattito sulla possibilità di vita extraterrestre. Scriveva nel maggio del 1909: «Come non potrà essere favorevole alla religione una scienza come l’astronomia, il cui studio può dirsi un perpetuo omaggio alla Sapienza suprema che governa il mondo? in cui ogni scoperta è un nuovo inno di meraviglia e di adorazione, che si eleva da ogni anima capace del grande e del bello?» (cit. in H. Muschalek, Dio e gli scienziati, Roma 1972, p. 389).

50° della morte di Georges Lemaître (1894-1966)

 

        

Il Dizionario è indirizzato a docenti di materie scientifico-filosofiche delle scuole superiori, ad universitari interessati a temi interdisciplinari, ad intellettuali che desiderano avere accesso ad una documentazione aggiornata e ad una riflessione metodologicamente rigorosa sulle tematiche di maggiore attualità culturale investite dal rapporto fra scienza, filosofia e teologia.
Presentiamo alcuni testi che per il loro contenuto e il loro taglio, documentale, antologico, storico o testimoniale, offrono spunti di riflessione sul rapporto fra teologia, filosofia e scienze.
Il lettore interessato al rapporto fra teologia, filosofia e pensiero scientifico troverà in queste pagine di orientamento bibliografico un primo punto riferimento per accostarsi alle numerose pubblicazioni esistenti in materia.

I nostri speciali in archivio

Prendendo spunto dai principali anniversari storici e dai temi di dibattito di maggior interesse, i nostri speciali in archivio offrono: brani antologici, commenti e guide alla lettura su personaggi e temi di attualità interdisciplinare.

Guida ai principali siti web dedicati al Science & Religion

In questa rubrica presentiamo schede di orientamento sul contenuto di alcuni fra i principali siti web dedicati allo studio del rapporto fra scienza e religione.

Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare

Le attività della SISRI sono indirizzate a ricercatori e studiosi, che desiderano contestualizzare i loro studi o la loro attività professionale in un più ampio quadro interdisciplinare, attento ai fondamenti filosofici delle diverse scienze e alla luce dei contenuti della Rivelazione Cristiana.

Scienziati credenti dell'epoca moderna e contemporanea

I profili biografici di alcuni degli scienziati del XIX e XX secolo che espressero la loro fede in Dio e dedicarono parte dei loro interessi al rapporto fra scienze e religione.

Gli speciali dell’anno internazionale dell'Astronomia 2009

In occasione dell'Anno Internazionale dell'Astronomia abbiamo esplorato per voi le maggiori risonanze storiche e culturali di questo campo del sapere: dall'osservazione del cielo alla vicenda Galileo, dalla critica all'astrologia, alla fede in Dio degli astronomi contemporanei.

Gli speciali del secondo centenario darwiniano (1809-2009)

I maggiori temi di dibattito fra evoluzione biologica e fede cristiana: dalle riflessioni interdisciplinari sull’evoluzione dell’Homo Sapiens al Magistero della Chiesa sull'origine dell'uomo, con una rilettura di Charles R. Darwin e Pierre Teilhard de Chardin.

Gli speciali dell'Anno Internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla luce 2015

Proponiamo alcuni speciali in relazione all'Anno Internazionale della Luce su la "Metafisica della luce", la teoria dell'arcobaleno negli autori medievali, le dimensioni bibliche e teologiche del simbolismo della luce.