Tu sei qui

Una conversazione fuori dal comune

Settembre 2002

Riportiamo di seguito una conversazione insolita, ma assai significativa per il tema dei rapporti fra scienza e religione, realmente avvenuta tra un professore dell'Università del Wyoming e uno studente, rivelatasi importante per la vita di entrambi.

Fonte originale: lista web Astronomi cristiani, http://www.calvin.edu/~dhaarsma/chr-astro/

 

Settembre 2002, ore 8:45 nel mio ufficio mentre preparo le lezioni; bussano alla porta; entra uno studente universitario, specializzando, già incontrato brevemente la prima volta che arrivai al campus

Io : Ciao. Entra

Studente : Mi dica, dunque… perché lei è qui?

Io (colto di sorpresa) : Prego?

Studente : Perché lei è qui?

Io : Non ho capito cosa vuoi dire.

Studente : No, lei deve saperlo. Perché lei è qui?

Io (tirando fuori una risposta di circostanza che avevo usato prima in altre situazioni): Uhm, bene, sono un nuovo professore qui. Sono qui per insegnare alla gente come capire l'universo. Per i miei colleghi questo vuol dire che faccio l'astronomo e studio nuove cose su come il cielo funziona, e per i miei studenti questo vuol dire che aiuto la gente a capire il cosmo.

Studente (chiaramente insoddisfatto) : No, intendo “perché” lei è qui.

Io (provando a riscoprire e capire ciò che lo studente cercava): Credo che mi stai chiedendo una domanda molto profonda, o no?

Studente : (accenna di sì, senza dire niente)

Io : Uhm…

Studente : Ci pensi, deve saperlo.

Io : È veramente una bella domanda che nessuno prima mi aveva mai fatto direttamente, e penso che richieda del tempo per rispondere. Ora devo scappare a far lezione. Ti posso cercare più tardi?

Studente : Certamente

(Più tardi intorno alle 10:15)

Io :Ciao! Hai un minuto? Ho una risposta migliore per te.

Studente (annuendo, chiaramente interessato)

Io : Sono un credente in Gesù Cristo… un cristiano. Penso che il motivo per cui io sono qui è conoscere Dio e glorificarLo. È questo che volevi sapere?

Studente (evidentemente soddisfatto): Si, ho sentito dire che lei era cristiano e volevo scoprire se era vero.

Io : Vero. Dove hai sentito ciò?

Studente : Bene, la cosa è un po' complessa. Questa estate ho incontrato alcuni studenti che erano cristiani, sono andato con loro in chiesa una Domenica, e il pastore disse che la conosceva. Questa può non essere una coincidenza: che abbia incontrato loro, che mi abbiano convinto ad andare in chiesa, e adesso il fatto che lei insegni qui …

Io : No, è il modo in cui qualche volta Dio opera.

Studente : Così, come concilia il fatto che è un astronomo e un cristiano? Sembra fuori dal comune.

Io : Non è realmente fuori dal comune. Conosco oltre cento astronomi cristiani.

Studente : Non starà scherzando?

Io : Veramente, penso che scienza e fede vanno bene insieme, ed è uno dei miei argomenti preferiti. Hai qualche minuto per fare due passi all'aperto e parlare?

Studente : Certo…

(Abbiamo cominciato così una conversazione che continua fino ad oggi, nei nostri incontri in chiesa e in un piccolo gruppo settimanale di studi biblici).

 

tr. it. di Marco Crescenzi