Tu sei qui

La rivoluzione intellettuale di Galileo (1610-1632)

William R. Shea
Trad. di Paolo Galluzzi

Sansoni,
Firenze 1974
pp. 248
Anno di edizione originale: 1972
ISBN: rivoluzione-intellettuale-galileo

Il volume di William Shea è uno tra gli studi fondamentali che hanno rivoluzionato le interpretazioni tradizionali di Galileo. L’A. esamina la scienza di Galileo tra 1610 e 1632, anni in cui lo scienziato pisano elabora la metodologia della sua “rivoluzione intellettuale”, e mostra in dettaglio come questa è andata delineandosi attraverso i successi e gli errori nell’affrontare i diversi problemi scientifici. Le conclusioni dello studio, nella linea di A. Koyré, rivelano come l’impostazione teoretica ha sempre guidato la formulazione e risoluzione dei problemi affrontati da Galileo, che vedeva nella sperimentazione – di cui si può dire sia stato il geniale creatore – non il cammino per costruire a scienza, ma la via per confermare, attraverso il ruolo della predizione, il valore delle teorie che sono già alla base della stessa sperimentazione. Il valore e i limiti della scienza di Galileo, i suoi presupposti e i suoi intenti diventano allora coerenti con la realtà storica della sua pratica scientifica.