Tu sei qui

Dall’ordine alle cose. Saggio su Werner Heisenberg

Valentina Cappelletti

Jaca Book,
Milano 2001
pp. 240
Anno di edizione originale: 2001
ISBN: 9788816405714

Scopo del volume è proporre una rilettura complessiva dell’opera di Werner Heisenberg (1901-1976), uno dei più importanti fisici del Novecento, mettendone bene in evidenza le basi teoriche ed il sostrato filosofico del suo lavoro. L’autrice Valentina Cappelletti, collaboratrice della cattedra di Filosofia teoretica all’Università degli studi di Milano, inserisce l’opera di Heisenberg in un ampio contesto storico-epistemologico. Il volume comprende: il mutamento dei concetti di “oggettività” e “soggettività” nella ricerca scientifica da Galileo fino ad Einstein (parte prima); come la questione sia entrata di forza nella nuova teoria quantistica proposta da Heisenberg ed abbia portato ad una nuova “visione del mondo” (parte seconda); la sovrapponibilità del livello ontologico ed epistemologico nella descrizione del mondo realizzato attraverso il linguaggio matematico (parte terza); la matematica come base dell’ordinamento della realtà ed il suo “debito” verso Platone (parte quarta); la relazione tra matematica e sapere scientifico come compresa e realizzata da Heisenberg. Chiude il libro una accurata bibliografia. Il volume, di facile lettura, è diretto anche ai non specialisti, ma lo apprezzeranno maggiormente coloro che hanno una idea, seppur generale, dei principali problemi filosofici associati ala meccanica quantistica.